Facebook può essere processato per censura: un prof vince la sua battaglia

Facebook può essere processato anche fuori dagli Stati Uniti. O, per lo meno, in Francia. La decisione è stata presa dalla corte d’appello di Parigi che, dopo un lungo contenzioso, ha decretato la competenza della giustizia transalpina sul colosso californiano.

Facebook a processo per aver censurato un profilo

A sollevare il caso era stato un professore parigino, che si era messo sul piede di guerra dopo essersi visto censurare e sospendere il profilo per aver postato una foto del celebre dipinto di Gustave Coubert “L’origine del mondo”. Facebook, che ormai conta 1,6 miliardi di utenti a livello globale, ha sempre evitato il confronto in tribunale sostenendo che solo la giustizia americana era competente per giudicare il caso. Una linea strategica che, però, ora finisce smantellata dalla corte d’appello di Parigi, che con la sua decisione non solo ha decretato che il processo si può celebrare in Francia ma ha anche costituito un precedente potenzialmente esplosivo per la ditta Zuckerberg&co.