Donna italiana aggredita senza motivo da un tunisino a Padova: pugni in faccia

Una quarantunenne italiana è stata picchiata – nel giro di pochi istanti e in modo brutale – da un tunisino davanti al McDonald’s a Padova. Una scena incredibile di violenza. Adriana Milani ha riportato una doppia frattura delle ossa nasali e una prognosi di venti giorni. Ed è stata a lungo sotto shock. A raccontarlo – come riporta il Mattino di Padova – è il marito, Fabio Baccarin, con un racconto dettagliato: «Mia moglie era ferma davanti al McDonald’s quando improvvisamente è stata aggredita da uomo».

L’uomo tunisino prima ha provocato e poi ha picchiato

L’aggressore, non appena l’ha vista, ha cominciato a riderle in faccia. Lei allora gli ha chiesto il motivo di questa sua risata, e lui si è avventato contro di lei colpendola con una serie di pugni in pieno volto. «Insieme all’aggressore, un tunisino, c’era anche una donna croata con una bambina in passeggino. Mia moglie mi ha riferito di aver visto altre volte queste persone, abituali della zona. Lui è uno spacciatore noto in stazione». Arianna Milani aggredita violentemente dall’uomo ha prima cercato di divincolarsi, poi è riuscita a fuggire, nascondendosi in un bagno del McDonald’s. «Perdeva molto sangue – racconta ancora il marito – così è stata chiamata un’ambulanza e mia moglie è stata portata al pronto soccorso». Nel frattempo il tunisino, la donna e la bambina sono scappati.