Chiuso in bagno a scuola e sottoposto a violenze: il dramma di un 16enne

Prima lo hanno ferito con un cutter alla gola. Poi lo hanno chiuso nei bagni della scuola, sottoposto a vessazioni e ripreso con il cellulare: un video di qualche minuto, condiviso in chat con altri giovani. Sono gli episodi di bullismo denunciati dalla famiglia di un 16enne con un lieve ritardo mentale, che frequenta un istituto professionale della provincia di Bologna.

La famiglia ha presentato denuncia contro la scuola e i genitori dei bulli

L’avvocato della famiglia, riferisce Il Resto del Carlino, ha sporto denuncia contro la scuola e contro i genitori dei ragazzini coinvolti, chiedendo anche un risarcimento per danni morali. La vicenda è al vaglio dei carabinieri, che starebbero acquisendo i filmati, e il legale, Lorenzo Catozzi, ha presentato un esposto alla Procura dei Minori e uno alla Procura ordinaria. Il primo episodio, il taglio di due centimetri con un cutter, refertato dal pronto soccorso, è del 27 ottobre. Il 18 gennaio sarebbe stato sbattuto rovinosamente a terra, mentre il 28 tre compagni lo avrebbero chiuso nel bagno e ripreso la scena.

Solo alcuni giorni fa una ragazzina…

Alcuni giorni fa una ragazzina di 16 anni è stata denunciata dai carabinieri a Siracusa per aver aggredito a Piazza Marina, ad Ortigia, a suon di schiaffi, pugni e calci per motivi di gelosia una tredicenne alla presenza di decine di coetanei. I componenti del gruppo in cerchio avrebbero deriso e urlato divertiti contro la vittima e la scena sarebbe stata ripresa con un telefono cellulare da un’amica della 16enne. I carabinieri sono risaliti alla presunta autrice dell’aggressione dopo aver sentito alcun testimoni.