Il Carnevale a Colonia assomiglia al Capodanno: 22 stupri (VIDEO)

Una ventiduenne di Colonia è stata stuprata da un profugo 17enne dell’Afghanistan. Secondo la ricostruzione fornita dalla Bild, il profugo l’ha avvicinata alle 3 di notte in una strada cittadina. Le ha mostrato sul proprio cellulare un video pornografico e poi l’ha colpita con un pugno al viso, facendole perdere conoscenza. Quando la giovane ha ripreso i sensi, si è resa conto di essere stata stuprata e ha denunciato la violenza alla polizia. Il 17enne afghano è stato rintracciato in un campo profughi poco distante dal luogo dello stupro. Secondo il capo della Polizia di Colonia Michale Temme le denunce di stupro sono sensibilmente incrementate rispetto al Carnevale dello scorso anno: finora sono stati registrati 22 casi, tra stupri e violenze sessuali solamente nel giovedì grasso.

Colonia, città blindata: 224 denunce nel giovedì grasso

Nel 2014 le denunce in tutto il periodo di Carnevale erano state appena 9, e nel 2013 si erano fermate 10. Secondo la versione minimizzante di Temme, dopo gli stupri di San Silvestro, quando centinaia di donne (516 donne hanno presentato denuncia per violenza sessuale) mentre molte altre sono state molestate e rapinate in piazza, «la propensione a denunciare» da parte delle donne, è sensibilmente aumentata. Fra i casi più gravi avvenuti nelle ultime ore, quello di una donna picchiata e violentata mentre rientrava in casa in mattinata, è quello di una reporter belga che è stata «palpeggiata e molestata davanti alle telecamere». In questo primissimo bilancio della polizia – la città è blindata da 2500 agenti – ci sono anche 224 denunce per lesioni corporali e danneggiamento di oggetti. Undici poliziotti sono stati leggermente feriti e in serata, mentre circa 180 persone sono state temporaneamente fermate. Numeri, questi, che non delineano una situazione particolare: al Carnevale di Colonia, la città che vive fino a mercoledì prossimo uno stato di totale anarchia, si consuma moltissimo alcol, il che favorisce scontri e risse in strada.