Bertolaso lancia la campagna #tolleranzazero. E snobba Rutelli (VIDEO)

«Se sarò eletto darò battaglia a degrado e sporcizia». Lo ha detto al Tg5 il candidato del centrodestra Guido Bertolaso che ha lanciato l’hastag #tolleranzazero contro il degrado. «Tolleranza zero contro il degrado – spiega – contro la mancanza di regole, contro microcriminalità che avanza, contro il traffico, contro i mezzi pubblici che non passano, contro le buche, contro i topi». Insieme al cronista, Bertolaso si è recato in Corso Italia: «Abbiamo i cassonetti della spazzatura strapieni, macchine in seconda fila, bancarelle abusive e l’uscita di sicurezza, unica via di fuga, intasata da un accampamento».

Il video di Bertolaso sulla #tolleranzero contro il degrado di Roma

Bertolaso ha inoltre scelto di disertare l’Assemblea pubblica de “La Prossima Roma” organizzata da Francesco Rutelli all’Auditorium della Conciliazione con i maggiori candidati a sindaco di Roma (Roberto Giachetti, Roberto Morassut, Gianfranco Mascia, Stefano Pedica, Alfio Marchini, Stefano Fassina), con il ministro della salute Beatrice Lorenzin e il commissario del Pd romano Matteo Orfini. Una rinuncia particolarmente apprezzata da Fratelli d’Italia. «Ottima la scelta di Guido Bertolaso», commenta Fabio Rampelli. «Da Rutelli ex sindaco e ministro del Pd, solo candidati di sinistra, come era ovvio. Stop al consociativismo. O di qua o di là». Sull’ingombrante assenza di Bertolaso è intervenuto lo stesso organizzatore, Francesco Rutelli: «Rispetto le scelte di tutti, questo è un luogo aperto, chiunque può venire, parlare, ascoltare, non tocca a me dare pagelle». E a chi gli chiede se l’altro candidato sindaco di Roma Francesco Storace fosse stato invitato risponde: «Hanno ricevuto l’invito i candidati che hanno partecipato a questo percorso, e parleranno coloro che in questi mesi hanno voluto partecipare. Noi non abbiamo fatto una specie di appello tra i circa 12 candidati che si sono presentati. Sarebbe stato benvenuto anche Storace se avesse voluto partecipare, chiunque può venire ed è benvenuto.