Violenze a Colonia, ricompensa di 10mila euro per chi aiuta le indagini

Sarà aumentata fino a 10.000 euro la ricompensa per chi fornirà agli investigatori indizi utili a rintracciare gli autori delle violenze e dei furti alle donne di Colonia nella notte di Capodanno. È una delle misure annunciate dalla presidente del Land Nordreno-Westfalia, Hannelore Kraft (Spd), nell’intervento alla seduta straordinaria del consiglio regionale a Duesseldorf. Kraft aveva parlato di un aumento della ricompensa, l’esatta entità della somma è stata rivelata dalla procura di Colonia.

Colonia, le scuse della Kraft

La presidente Kraft si è personalmente scusata con le donne, ammettendo che a Colonia nella notte di San Silvestro allo Stato è sfuggita per un momento la situazione di mano, e ha promesso un chiarimento senza lacune di quanto accaduto. «Lo dobbiamo alle vittime», ha detto la presidente del Land Nord-reno-Westfalia. Tra le altre misure annunciate anche  l’aumento di 500 unità delle forze di polizia e la dislocazione dei nuovi assunti in aree sensibili della città e il potenziamento del sistema di videosorveglianza pubblica. Kraft è stata a lungo considerata una delle possibili sfidanti di Angela Merkel alla cancelleria, grazie anche alla popolarità di cui gode fra i militanti dell’Spd. Nonostante abbia sempre respinto le lusinghe, dichiarando di non volersi trasferire a Berlino e di voler restare nella politica regionale, il suo nome riemerge di tanto in tanto. Anche per questo, la vicenda di Colonia assume un valore politico nazionale, nella contrapposizione fra i due partiti alleati della Grande Coalizione, la Cdu e l’Spd.