Tensione Russia Turchia: Erdogan vuole incontrare Putin

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha richiesto attraverso i canali diplomatici ufficiali un incontro con il suo omologo russo Vladimir Putin dopo che Ankara ha denunciato una nuova violazione del suo spazio aereo da parte di Mosca. Lo riporta l’agenzia di stampa statale Anadolu. Erdogan ha anche accusato Mosca di “danneggiare la pace globale” con i suoi comportamenti. Il ministero degli Esteri turco ha detto di aver convocato l’ambasciatore russo ad Ankara a seguito di una violazione del suo spazio aereo, che secondo la sua versione sarebbe stata compiuta venerdì da un cacciabombardiere Su-34 nonostante diversi avvertimenti in inglese e russo. I due Paesi sono ai ferri corti dall’abbattimento il 24 novembre scorso del jet di Mosca al confine con la Siria, che secondo Ankara aveva violato i suoi cieli. Erdogan ha anche detto che la nuova “violazione dello spazio aereo turco da parte della Russia è un tentativo di creare un’escalation di tensione nella regione” e un gesto “irresponsabile” che se ripetuto potrà avere “conseguenze”.

Uno dei principali problemi della Turchia (e che spiega anche le sfuriate antirusse di Erdogan) viene legato alla guerra in Siria e alle limitate possibilità di influenzare la situazione a seguito della presenza della Russia, con cui Ankara si trova ormai ai ferri corti. Tutto questo rende le autorità turche nervose, soprattutto per i successi dei siriani curdi dell’Unione Democratica (Pds, Pyd). Le autorità turche potrebbero risolvere la situazione, chiudendo i 98 chilometri della frontiera con la Siria per impedire il passaggio dei militanti dell’Isis però questa mossa “significherebbe l’epilogo della politica turca sulla Siria degli ultimi 4 anni”.