Si allenta la morsa dello smog. Roma e Milano tornano a respirare

Si allenta finalmente la morsa dello smog che ha funestato le grandi città negli ultimi giorni. Il nuovo anno ha riportato la pioggia nella Capitale. I romani si sono svegliati con le strade bagnate da una pioggerella fine ma di buon auspicio nella lotta alle polveri sottili. Nonostante i provvedimenti di targhe alterne disposti dal Campidoglio lunedì e martedì scorso, infatti, i livelli del pm10 sono rimasti “fuorilegge”: la pioggia, invece, potrà avere l’effetto di ripulire l’aria e di sgomberare il campo dalle tante polemiche che hanno accompagnato i provvedimenti anti-smog. Il Commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca ha disposto come di consueto “il blocco della circolazione per i veicoli più inquinanti all’interno della Fascia Verde”. È stato, inoltre, ribadito che “sull’intero territorio comunale la temperatura per il riscaldamento di case e uffici non superi il valore massimo di 18 gradi (ad eccezione di ospedali, cliniche, scuole).

A Milano i valori di Pm10 tornano sotto i limiti

E anche Milano torna a respirare: Pm10 ancora in discesa nell’ultimo giorno del 2015. Un bollettino dell’Arpa spiega che i valori di Pm 10 che erano saliti fino a 80 microgrammi per metro cubo d’aria, e che erano tornati a valori tra i 59 e i 45, si attestavano ieri tra 32 e 36, rientrando sotto la soglia dei limiti di legge superata per 101 giorni. “Come previsto, l’ingresso di aria più fredda nella giornata del 29 dicembre ha contribuito a un parziale rimescolamento dell’atmosfera, anche se l’effetto è stato più marcato sulla parte orientale della regione e sull’alta pianura”. Il merito è dell’aria fredda, dunque, e non del blocco della circolazione che tanto ha fatto discutere i milanesi.