Podemos, scandalo alle Cortes: le trecce rasta? Portano i pidocchi…

Podemos, il movimento trasversale spagnolo anti-politici, ne fa un’altra delle sue: suscita infatti una marea di reazioni e polemiche in Spagna il nuovo look introdotto nel Parlamento spagnolo dai 69 neo-deputati di Podemos che mercoledì per la prima volta hanno partecipato in plenaria alla seduta costitutiva della nuova assemblea. La stampa di Madrid ha riportato una foto dell’emiciclo nella quale si vede il premier uscente del Pp Mariano Rajoy guardare con un sorriso fra l’ironico e l’attonito un giovane barbuto con le treccine rasta, alla Bob Marley, per intenderci, vestito con una maglietta grigia passargli davanti per andare a votare. Il giovane si chiama Alberto Rodriguez, ed è uno dei nuovi onorevoli post-indignados di Podemos. Nei suoi confronti così si è espressa la popolare Celia Villalobos: “non mi importa nulla che abbia le trecce rasta, basta che le lavi, per non darci i pidocchi”. L’armata Brancaleone dei deputati “viola” ha rotto tutti i codici di abbigliamento e di comportamento dell’aula, dove fino a pochi anni fa un deputato non poteva entrare senza giacca. Non una sola cravatta fra i 69 podemiti, ma T-shirt, maglioni e camicette sportive appaiate con jeans.

Una deputata di Podemos ha addirittura allattato il bebè in aula

Addirittura la deputata Carolina Bescansa, seduta vicino al leader di Podemos, Pablo Iglesias, ha suscitato un mare di polemiche partecipando alla seduta inaugurale con in braccio il figlio di sei mesi, Diego, che ha allattato al seno sui banchi di seconda fila dietro a quelli del governo. Diverse deputate di altri partiti hanno criticato che l’esponente di un partito che si dichiara contro i privilegi della casta si sia permessa di andare al lavoro con il suo bebè, cosa che nessuna donna normale può fare in Spagna, quando il Parlamento offre gratuitamente alle onorevoli un asilo nido. Fra le più critiche con Bescansa, la prima vicepresidente del Congresso la Pp Celia Villalobos, che si è anche pronunciata sulle treccine del deputato podemita Alberto Rodriguez: «Non mi importa nulla che abbia le trecce rasta, basta che le lavi, per non darci i pidocchi». Poco convinta anche la notista politica Pilar Cernuda, che su Antena 3 ha raccomandato «pulizia, perché nell’emiciclo convive molta gente».