Orrore a Brooklyn: in 5 violentano una 18enne davanti al padre (video)

Quattro minorenni afroamericani sono stati presi in custodia dalla polizia in relazione a uno stupro di gruppo ai danni di una diciottenne in un parco giochi di Brooklyn. Gli indagati hanno 14, 17 e 15 anni; ricercato un quinto sospetto. La giovane sarebbe stata avvicinata giovedì, poco dopo le 21, nel parco Osborn, dov’era andata col padre; uno dei cinque assalitori ha puntato la pistola contro il genitore della ragazza, intimandogli di andarsene. La giovane è stata quindi violentata da tutto il “branco”; quando il padre è tornato con due agenti di polizia gli assalitori si erano già dileguati. Determinanti nella cattura dei giovani, le immagini di una telecamera a circuito chiuso di un negozio dove i cinque si erano recati poco prima dello stupro. Nel video, i cinque scherzano e ridono pochi minuti prima dell’agguato alla diciottenne e al padre.

Il sindaco De Blasio contestato per lo stupro di Brooklyn

Da quando il democratico Bill De Blasio è sindaco di New York, la criminalità cittadina è arrivata a livelli record. Solo nell’ultimo anno, secondo la Reuters, le violenze sessuali sono aumentate del 6,33 per cento. Nonostante la bufera politica che si è abbattuta sulla sua amministrazione, De Blasio ha tenuto una conferenza stampa per tranquillizzare la cittadinanza. «Ogni abitante di New York, in ogni quartiere merita di sentirsi al sicuro e protetto e non ci fermeremo finquando gli autori di questo ributtante atto non verranno assicurati alla giustizia». De Blasio e il suo delegato alla Sicurezza, Bill Bratton hanno respinto le critiche sulla percezione che a New York i reati siano in aumento rispetto alle altre città d’America. De Blasio è uno degli uomini di punta del partito di Barack Obama ed è uno dei sindaci più impopolari della storia di New York. Una impopolarità che lo accomuna al suo amico ed ex collega, Ignazio Marino.