Naso in su ad osservare i pianeti che si allineano. Suggestiva sfilata in cielo

È iniziata la sfilata dei pianeti: per un paio di settimane tutti i 5 pianeti visibili ad occhio nudo disegneranno in cielo un suggestivo ‘filotto’ tagliando il cielo da Sud-Est a Ovest. Un fenomeno piuttosto raro, l’ultima volta nel 2005, visibile già in questi giorni prima dell’alba e che proseguirà fino alla prima metà di febbraio. Per gli appassionati il sito Media Inaf, dell’Istituto Nazionale di Astro Fisica, ha creato il concorso di foto e disegni #Givemefiveplanets. “Per godere di questo suggestivo spettacolo – ha spiegato Paolo Volpini, dell’Unione Astrofili Italiani (Uai) – bisogna guardare il cielo poco prima dell’alba, quando tutti e cinque i pianeti saranno visibili. L’ultimo a sorgere sarà Mercurio poco prima dell’alba e resterà visibile per poco”. Ad aprire ogni notte la ‘sfilata’, che si ripeterà per quasi 2 settimane, sarà Giove, seguito poco dopo da Marte, e poi in successione anche Saturno e Venere mentre il meno ‘esibizionista’ sarà Mercurio, ultimo a sorgere e primo a scomparire. A disposizione ci sarà all’incirca un’ora durante la quale vedere in un solo colpo d’occhio tutti i ‘compagni’ visibili del nostro pianeta. Anche la Luna farà parte dello spettacolo, con un ruolo d’onore: ogni notte ‘presenterà’ i vari pianeti spostandosi notte dopo notte. Il 28 gennaio sarà vicina a Giove, il primo febbraio a Marte, il 4 febbraio a Saturno, per poi affiancarsi a Venere il 6. Una sottilissima falce di Luna sarà appena sotto Mercurio il 7 febbraio. I 5 pianeti si troveranno tutti su una stessa immaginaria linea, coincidente all’incirca con il piano dell’orbita terrestre, e prima che si verifichino le stesse condizioni bisognerà aspettare il prossimo agosto (ma il fenomeno sarà quasi impossibile da vedere dal nostro emisfero). Per tutti gli appassionati che vorranno immortalare questo momento, con una foto o un disegna, il sito Media Inaf ha aperto un concorso pubblico e i migliori verranno pubblicati sulla gallery dedicata.