Minacce su Fb a un carabiniere del caso Cucchi: denunciata Ilaria Cucchi

«Il mio assistito dopo il post su Facebook di Ilaria Cucchi è stato sommerso da minacce di morte rivolte a lui e ai suoi familiari. Per questo, oltre a denunciare Ilaria Cucchi per diffamazione, denunceremo anche gli autori di queste minacce». Ad annunciarlo è Elio Pini, l’avvocato di Francesco Tedesco, il carabiniere indagato nell’inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, domenica tirato in ballo dalla sorella del ragazzo scomparso, Ilaria, che ha pubblicato su Facebook una foto del militare per far «vedere le facce di coloro che hanno ucciso» Stefano.

Ilaria Cucchi ha postato la foto di un carabiniere indagato

Sono da poco passate le 16:30 di domenica 3 gennaio quando Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, il ragazzo morto nel 2009 ad una settimana dal suo arresto per droga, decide di pubblicare su Facebook la foto di uno dei carabinieri indagati per la morte del fratello. Non una foto qualunque, ma quella di un ragazzo sorridente in posa da fotomodello tra gli scogli. «Volevo farmi del male – spiega Ilaria – volevo vedere le facce di coloro che si sono vantati di aver pestato mio fratello, coloro che si sono divertiti a farlo. Le facce di coloro che lo hanno ucciso. Ora questa foto è stata tolta dalla pagina. Si vergogna? Fa bene». Parole dure che innescano l’immediata reazione di numerosi utenti del social network che si lanciano in invettive ed offese contro il militare. Qualcuno propone addirittura di istituire una ronda anti-carabiniere. «Perché non organizzare una squadra di tre o quattro persone di buona volontà per sgonfiare i muscoli a questo bastardo con il cervello pieno di letame?», si legge in uno dei tanti post deliranti. Ma c’è anche chi conserva un minimo di buon senso. «La gogna mediatica non è ammessa in un paese democratico – spiega un utente Facebook -. I processi si fanno in Tribunale e chi ha sbagliato, qualora verranno accertate responsabilità, pagherà per i suoi errori».