Matteoli: Salvini non può essere leader, puntiamo su Berlusconi

“Siamo sulla buona strada per ricostruire la coalizione di centrodestra, anche perché attorno ad essa ricostruiamo il nostro stesso partito. Ma non vedo alcuna possibilità che si possa andare alle elezioni con un leader come Salvini“. Lo ha detto a Roccaraso, all’edizione 2016 di Azzurri in vetta,  la manifestazione di Forza Italia, il senatore Altero Matteoli, uno degli uomini sui quali punta Berlusconi per ritessere le file del Centrodestra. “Con Salvini si possono prendere voti ma governare il Paese è altra cosa”, ha aggiunto Matteoli. “La Lega ha raggiunto oggi come sondaggi il massimo, ma il partito che tocca il massimo nei consensi e ha ottime possibilità di tornare a crescere veramente è soltanto Forza Italia. Questo solo se saremo capaci di rientrare nelle case di chi non è andato a votare alle ultime elezioni. Il nostro fiore all’occhiello è Berlusconi che non sarà eleggibile ma candidabile sì”.  In una campagna elettorale – ha aggiunto – “occorrono due cose: i megaprogrammi che i partiti comunque scrivono, e poi i programmi formato Bignami che tutti capiscono. La crisi della politica riguarda tutti i partiti, lo stesso Renzi era sopra al 40% quando è arrivato, oggi non c’è un sondaggio che lo attesti in vetta. Noi per fortuna abbiamo ancora un leader indiscusso che è Silvio Berlusconi, ed è attorno a lui che dobbiamo far crescere il partito”.

Nel corso della manifestazione Matteoli ha fatto il punto sulle prossime elezioni amministrative: “Sulle elezioni amministrative siamo a buon punto a Napoli e Cagliari, mentre a Roma a mio parere sarebbe preferibile puntare sulla candidatura di Alfio Marchini, che è certamente scelta di valore”. “Dobbiamo evitare soprattutto – ha aggiunto – che Marchini, candidandosi in autonomia con proprie liste, conduca a un ballottaggio tra Pd e Movimento 5 Stelle”.