“Litvinenko ucciso da agenti russi”. Mosca replica: “Inchiesta fasulla”

L’operazione per uccidere Aleksandr Litvinenko venne «probabilmente autorizzata» dal presidente russo Vladimir Putin. È quanto conclude l’inchiesta pubblica britannica sulla morte per avvelenamento dell’ex agente del Kgb avvenuta il 23 novembre del 2006 a Londra. C’è una “forte probabilità” che i due killer che lo hanno ucciso erano agli ordini del servizio segreto russo Fsb. Parlando alla Camera dei Comuni e prima di annunciare la convocazione dell’ambasciatore da parte del Foreign Office, il ministro degli Esteri britannico Theresa May ha affermato che le conclusioni dell’inchiesta britannica descrivono il caso Litvinenko come un caso di «terrorismo sponsorizzato da uno Stato» e ha imputato alla Russia una «plateale e inaccettabile rottura delle regole» delle relazioni internazionali. Ha poi ricordato che l’ex capo dell’Fsb e attuale consigliere per la sicurezza nazionale russo, Nikolai Patrushev, che secondo il rapporto avrebbe «probabilmente autorizzato» al pari di Putin l’uccisione di Litvinenko è già sottoposto a sanzioni in relazione al dossier Ucraina. Ma ha ipotizzato ulteriori misure nei confronti di persone e istituzione chiamate in causa dall’inchiesta Litvinenko.

«Il delitto Litvinenko? Politicizzato da Londra»

«La chiusura del caso Litvinenko avviene in modo illegittimo e incivile e avrà conseguenze sulle relazioni tra la Russia e il Regno Unito». Così il ministero degli Esteri russo in una nota, citata da Interfax. «Per la portavoce del ministero degli Esseri, Maria Zakharova (nella foto durante la conferenza) «Un caso criminale è stato politicizzato, in un’inchiesta che n0n è trasparente». «Il risultato non ci sorprende – ha aggiunto la portavoce del ministero degli Esteri russo – L’obiettivo dell’indagine, sin dall’inizio era quello di screditare la Russia. L’indagine non è stata né obiettiva né imparziale. Quello che era un puro fatto legato alla criminalità, è stato politicizzato dalle autorità britanniche. Ecco perché la Russia chiederà un’inchiesta obiettiva e imparziale». Di sicuro, ha aggiunto Zakharova quanto accaduto «getta pesanti ombre sui rapporti tra Russia e Regno Unito».