L’Inps attacca il Parlamento: ci fa lo sgambetto per vendetta sui vitalizi

La casta è brutta e vendicativa. Che sui politici spari ad alzo zero la pubblicistica e l’opinione pubblica non è una notizia. Ma se a farlo, accusando i parlamentari di fare sgambetti per ritorsione alle istituzioni, è il numero uno dell’Istituto nazionale di previdenza sociale la faccenda diventa  curiosa, per non dire grave.

L’Inps contro il Parlamento

“Sul mancato invio delle buste arancioni dell’Inps (quelle con l’ estratto conto sulla pensione futura), alcune voci dicono che sia stato fatto perché noi abbiamo proposto di tagliare i vitalizi”, ha dichiarato il presidente dell’Inps Tito Boeri, intervistato da Maria Latella su Sky Tg24. Possibile? “C’era un emendamento (alla Legge di stabilità, ndr.), e per due volte qualcuno nel Parlamento ci ha fatto questo sgambetto di toglierci queste due righe”, aggiunge Boeri sostenendo insomma che il Parlamento nel deliberare si sia mosso per spirito di ritorsione contro l’Inps. Che lo pensi la vecchietta al mercato, ci può stare, ma che lo dica in un’intervista pubblica un uomo delle istituzioni è quanto meno bislacco.

L’accusa di Boeri: è una vendetta

Quella di Boeri non è una frase dal sen fuggita perché il presidente dell’Inps ci tiene a chiarire meglio.”Nell’emendamento sulle Buste arancioni, che doveva permettere all’Inps di comprare i francobolli per l’invio delle lettere, non chiedevamo più soldi al governo ma di poter spostare delle somme all’interno bilancio dell’Inps, perché abbiamo della spesa contingentata per le spedizioni postali e potevamo prelevarla da altre voci del bilancio. La Spending Review in Italia è stata fatta in modo assurdo e non ci danno flessibilità nel bilancio“. Parole bislacche. Il Parlamento che impedisce deliberatamente le spedizioni dell’Inps ai contribuenti per dispetto? Per ritorsione? “Nel momento in cui si parla di tutela risparmio, darci la possibilità informare i cittadini su quali saranno le loro pensioni future è un fatto importantissimo”, ha aggiunto Boeri permettendo a Maria Latella di mettere altro sale sulla ferita. In Parlamento c’è una lobby a difesa dei vitalizi che fa gli sgambetti all’Inps? “Così mi dicono – risponde Boeri – francamente non riesco a capire perché questo emendamento non sia passato, e per ben due volte”.