La madre lo rimprovera, lui dà fuoco alla casa: arrestato un giovane romeno

fuoco alla casa perché la madre lo rimprovera. Una banale discussione che poteva trasformarsi in tragedia: un diciottenne di Brugherio (Monza) é stato arrestato martedì pomeriggio per incendio doloso poiché, dopo un litigio con la mamma, ha avuto una reazione a dir poco spropositata: ha lanciato una sigaretta accesa nel guardaroba della donna, dando così fuoco alla casa. Le fiamme, divampando velocemente, hanno raggiunto e coinvolto anche altre tre abitazioni del palazzo.

Dà fuoco a casa perché la madre lo rimprovera

Il fuoco era quasi ovunque: così, su richiesta di alcuni condomini che si erano accorti dell’incendio nell’appartamento e delle fiamme che cominciavano a divampare dappertutto e a interessare, in particolare, altri tre appartamenti dello stabile oltre a quello di madre e figlio, sono intervenuti i vigili del fuoco di Monza e, in poco meno di un’ora, sono riusciti a domare il fuoco e a spegnere l’incendio. Ma le fiamme hanno seriamente compromesso la casa dove il ragazzo (di origini romene) viveva insieme alla mamma, e danneggiato anche altri due appartamenti adiacenti e un terzo al piano superiore, tutti dichiarati inagibili. Appurata la responsabilità del giovane che ha approfittato della momentanea assenza della madre per agire e dar fuoco a casa, i carabinieri di Monza lo hanno arrestato. Quindi, il Gip del tribunale di Monza ha convalidato il fermo del diciottenne, rimesso poi in libertà con obbligo di firma.