Kabul, razzo dei talebani cade vicino all’ambasciata italiana: due feriti

Un attacco dei talebani, probabilmente contro obiettivi italiani, è stato portato a termine nel pomeriggio a Kabul: un razzo ha sfiorato l’ambasciata italiana, in un’area dove si trova anche la sede della Nato, quasi davanti al compound della Cooperazione italiana. Ci sono due feriti leggeri: due guardie afghane che sono state ricoverate in ospedale, ma le loro condizioni non destano preoccupazione. L’ambasciatore Luciano Pezzotti ha assicuranto che “siamo tutti salvi” e “stiamo tutti bene”. Non è certo che l’obiettivo dei talebani, che hanno rivendicato l’attentato, fosse proprio l’ambasciata italiana in Afghanistan.

A Kabul  14 morti per un attentato suicida

Almeno 14 persone sono invece morte  in seguito a un attentato suicida nella provincia orientale afghana di Nangarhar: lo ha detto il portavoce del governatore di Nangarhar, Attaullah Khogyani, spiegando che un kamikaze si è fatto esplodere nel complesso residenziale di un membro del Consiglio provinciale – Obaid Shinwari – uccidendo molti ospiti dell’uomo politico che erano stati invitati per recitare il Corano. L’attacco non è stato ancora rivendicato. In un comunicato diffuso a Kabul l’ambasciata degli Stati Uniti ha vigorosamente condannato l’attentato assicurando che “gli Stati Uniti continueranno ad essere un partner forte dell’Afghanistan”.