Ora i tedeschi hanno paura: oltre un milione hanno chiesto asilo nel 2015

Numeri epici. La Germania vacilla. Sono 1.091.894 i migranti che hanno richiesto asilo a Berlino nel corso del 2015, secondo quanto annunciato dal ministero degli Interni. La Germania è stato il paese europeo che ha accolto più migranti e rifugiati. Dopo siriani, afghani e iracheni i gruppi più numerosi sono rappresentati da albanesi (69.426) e kosovari 33.049). L’annuncio avviene in una Germania ancora sotto choc per lo strupro di massa di Colonia da parte di un branco di nordafricani e a poche ore dallla convocazione del vertice Ue con con Svezia e Danimarca sulla questione della sospensione dei trattati di Schengen.

I tedeschi impauriti e sotto  choc

Il tutto inaugurato da una mattinata di tensione dopo che u n pacco sospetto è stato trovato all’ingresso dell’ufficio di Angela Merkel a Berlino durante un controllo di routine. Lo ha annunciato un portavoce della polizia che ha messo i sigilli all’edificio e sta esaminando il pacco. Secondo quanto riferisce la Bild la Cancelliera si trovava all’interno dell’edificio al momento del ritrovamento del pacco. Oggi è in programma infatti il consiglio dei Ministri prprio sui fattacci di Colonia.

Pacco sospetto alla Merkel

“Stiamo indagando su un plico sospetto” – ha detto un portavoce della polizia – . Erano le otto di mattina quando, durante un controllo di routine abbiamo trovato qualche cosa di sospetto. Ora siamo al lavoro per verificare la situazione”. Non sono stati forniti ulteriori dettagli e il governo tedesco per ora non ha commentato questa vicenda. Nell’area circondata dalla polizia ci sono quattro casse postali gialle. “I responsabili delle violenze sulle donne a Colonia “devono essere puniti,indipendentemente
dal loro paese d’origine”, aveva ha assicurato il ministro degli Interni Thomas de Maiziere sottolineando che se “ci sono migranti” tra gli ubriachi che a Capodanno ha molestato e derubato decine di donne “bisognerà affrontare la questione a viso aperto”. In Germania si è scatenato un acceso dibattito
dopo che secondo “testimonianze univoche” rese alla polizia gli aggressori avevano “un aspetto arabo o nordafricano”. I tedeschi, ora, hanno paura.