Hacker attaccano la Bbc: «Era una prova, in realtà siamo contro l’Isis»

La Bbc usata come “cavia” per testare un attacco anti-Isis. È successo la notte di capodanno, quando un gruppo di hacker che si oppone allo Stato Islamico ha reso inaccessibili i siti dell’emittente britannica, per sperimentare le proprie capacità. La rivendicazione del New world hacking è stata pubblicata dalla stessa Bbc online, che però non ha né confermato né smentito che la causa dei problemi fosse l’attacco informatico.

La rivendicazione dell’attacco hacker alla Bbc

Il gruppo ha fatto sapere che l’operazione è stata un «test delle nostre capacità», mentre l’ufficio stampa della Bbc si è limitato a chiarire di non avere intenzione di rilasciare commenti sulla rivendicazione. È stato ancora il Nwh a rivelare altri dettagli della vicenda con un tweet al giornalista della Bbc che si occupa di tecnologia, Rory Cellan-Jones. Nel cinguettio gli affiliati del New world hacking hanno spiegato che la loro organizzazione è «basata negli Stati Uniti, ma cerchiamo di abbattere i siti web affiliati all’Isis e anche i membri dell’Isis». E ancora, «ci rendiamo conto che a volte ciò che facciamo non è la scelta giusta, ma senza i cyberhacker… chi combatte i terroristi online?», hanno chiesto gli hacker, aggiungendo che il motivo per cui «abbiamo in realtà preso come obiettivo la Bbc, è che volevamo vedere la reale potenza del nostro server».