Gioventù Nazionale lancia la raccolta di firme contro il ddl Cirinnà

Un affondo contro il tentativo del centrosinistra di affossare definitivamente la famiglia. Gioventù Nazionale, il movimento giovanile di Fratelli d’Italia, ha lanciato ufficialmente a Largo Goldoni, a Roma,  la petizione “Famiglia vs. Cirinnà”, una raccolta firme su tutto il territorio nazionale, contro l’attuazione del ddl sulle unioni e le adozioni gay.

Gioventù Nazionale all’attacco

«Già nei mesi scorsi ci siamo contraddistinti nel contrastare le assurde teorie gender e oggi siamo ancora una volta chiamati a combattere questa importante battaglia a difesa della famiglia, attaccata e minata da un disegno di legge totalmente ideologico», ha detto Marco Perissa, presidente di Gn. L’introduzione della stechild adoption «sarà la leva per legalizzare anche in Italia la folle pratica dell’utero in affitto».
«Combatteremo _ prosegue il comunicato dei giovani di FdI – affinché le nuove generazione non vengano educate  con l’idea che i bambini siano semplicemente un capriccio, o peggio,  una qualsiasi merce da scegliere su un catalogo». Per questi motivi  Gioventù Nazionale aderirà, senza simboli del movimento, sabato 30 gennaio, ore 14, alla giornata del Family Day, una grande festa della famiglia, organizzata al Circo Massimo di Roma, dal comitato “Difendiamo i Nostri Figli