Gasparri: «Schengen affossato dalla resa all’immigrazione clandestina»

Il fallimento di Schengen? «È conseguenza delle politiche di resa all’immigrazione clandestina». A ricordarlo è Maurizio Gasparri, sottolineando che «bisogna agire sulle cause e non sugli effetti».

«Schengen fallisce per la resa all’immigrazione clandestina»

«Se Schengen fallisce e la libera circolazione in Europa viene messa in discussione da quasi tutti gli Stati è perché si fanno entrare troppi clandestini attraverso la Grecia e l’Italia», ha aggiunto il senatore azzurro, «la colpa è soprattutto di Renzi e dei governi di sinistra italiani che con Mare Nostrum prima e con le operazioni supportate dagli sciagurati di Frontex fanno entrare chiunque». Anche per salvare l’Ue, insomma, «bisogna bloccare questo assedio», mentre «i profughi vanno assistiti nelle zone vicine a dove fuggono», ha proseguito Gasparri, chiamando in causa «l’Onu e le altre impotenti e fallimentari organizzazioni internazionali di soccorso umanitario», che «devono agire sul campo, anche chiedendo agli Stati gli stanziamenti necessari».

Gasparri: «Da Renzi una politica criminale»

La situazione attuale, invece, per il vicepresidente del Senato, è un «fallimento totale», con responsabilità precise. Gasparri ne cita due: «La Merkel ha aperto la porta a tutti e poi si sono verificati i terribili fatti di Colonia» e «Renzi ha condotto una politica criminale». «Chiediamo da mesi il blocco navale, controlli alle frontiere, ripartenza dei clandestini come del resto aveva auspicato il presidente della Repubblica Mattarella nel suo messaggio di fine anno», ha ricordato Gasparri, aggiungendo che anche sulla questione dell’immigrazione «presenteremo il conto a Renzi in occasione dell’imminente discussione sulla nostra mozione di sfiducia al Senato».

La mozione di sfiducia al governo

La mozione di sfiducia al governo, che è stata presentata sulla scorta dello scandalo Banca Etruria, dovrebbe essere discussa mercoledì. A firmarla, oltre a Forza Italia, anche la Lega Nord. Non è escluso, però, che possa essere sostenuta anche dal M5s.