A Eurodisney con armi e Corano: arrestato 28enne

Un uomo di 28 anni è stato fermato all’entrata di un hotel a Eurodisney, fuori Parigi. Era in possesso di due armi, una scatola di cartucce ed un Corano, nascosti in un borsone. Lo riferiscono i media francesi.

Dopo averlo fermato, gli addetti alla security hanno appurato che in un borsone nascondeva due armi di piccola taglia, una scatola di cartucce calibro 7,65 e una copia del Corano di piccole dimensioni. Da quanto si apprende, al momento del fermo non ha opposto resistenza. È stato poi preso in consegna dagli agenti della Gendarmerie.

Dopo le prime verifiche, la polizia ha fatto sapere che l’uomo non aveva precedenti di natura penale. Il veicolo con cui si è recato a Disneyland è stato individuato e messo in sicurezza, in attesa dell’arrivo degli artificieri. La sua compagna, che secondo la ricostruzione della polizia era con lui nell’area del resort, è tuttora ricercata. L’uomo, secondo quanto riferisce Le Parisien, aveva regolarmente prenotato una camera nell’hotel.

Disneyland Paris è la principale meta turistica europea, con circa 16 milioni di visitatori ogni anno. Il resort si compone di due diversi parchi tematici ispirati al mondo disneyano, Disneyland e Disney Studios, e di una cittadella che comprende diversi hotel e un mall di negozi e ristoranti (Disney Village). Dal 1992, anno dell’inaugurazione, il resort non era mai stato chiuso un solo giorno. Il primo stop di tre giorni è stato deciso all’indomani degli attentati che il 13 novembre hanno messo in ginocchio Parigi, come segno di rispetto per le vittime. Dopo la riapertura sono state ulteriormente rafforzate le misure di sicurezza, che già prevedevano il controllo al metal detector di tutti gli zaini e le borse all’ingresso dei due parchi e del Disney Village ma che lasciavano libero accesso agli hotel.