L’attrice, la deputata, la moglie: la “telenovela” del Chapo e le sue donne

C’è l’attrice, sospettata di avere con lui relazioni economiche e non solo. E c’è la deputata, addirittura arrestata e, a quanto si dice, madre di suoi due figli. E poi c’è la moglie legittima, immancabile in una storia come questa. Se non di un film di Hollywood firmato da Sean Penn, come avrebbe voluto lui, la vita di Joaquin “El Chapo” Guzman è certamente degna di una telenovela. In perfetto stile messicano, del resto.

L’attrice: “Donna Imma” sullo schermo e (forse) nella vita

«È tutto a posto, come mi aveva garantito mia figlia. Abbiamo controllato i suoi conti con un ragioniere fidato, che ha controllato tutto dal maggio scorso, e non abbiamo trovato niente». Parola di padre. Il padre di Kate del Castillo, l’attrice che ha reso possibile l’intervista di Sean Penn con El Chapo e che, tra l’altro, è protagonista di una telenovela sul narcotraffico, Duenos del Paraiso, in cui interpreta la donna del boss, che prende il comando del clan in sua assenza. Una sorta di Donna Imma in chiave messicana. Per il padre di Kate, Eric del Castillo, a sua volta attore cinematografico e televisivo molto noto, chi ipotizza comportamenti illeciti da parte della figlia «è fuori pista». «Rimaniamo uniti perché siamo cittadini onesti e positivi», ha detto l’uomo aggiungendo che Kate «sta soffrendo molto» per le notizie dell’indagine della procura sui suoi presunti legami con il boss del narcotraffico.

La deputata arrestata, i figli clandestini e la moglie legittima

Ma la storia che suscita certamente maggiore scalpore è quella che coinvolge la deputata dello Stato di Sinaloa, Lucero Guadalupe Sanchez Lopez, che secondo l’accusa avrebbe festeggiato lo scorso Capodanno con El Chapo. La donna, che col boss avrebbe due figli, è stata arrestata per essere interrogata sui suoi rapporti col boss e, in particolare, per scoprire se lo abbia visitato in carcere, usando documenti falsi, prima della rocambolesca evasione di luglio. Secondo la procuratrice federale, Arely Gomez, El Chapo avrebbe «passato lo scorso Natale con sua moglie e il Capodanno con la deputata». Accuse cui la Sanchez, che si è dimessa dal gruppo parlamentare del Partito di azione nazionale (Pan, centrodestra), ha replicato puntando l’indice contro il governo che «cerca con ogni mezzo di mediatizzare queste presunte mie illegalità per inventarsi uno show mediatico con informazioni false e tendenziose».