Colonia, la reazione degli hooligan: è caccia all’uomo. Aggrediti 7 stranieri

Ha annunciato «più videosorveglianza e più polizia» il ministro dell’Interno della Westfalia, Ralf Jaeger, per evitare che si ripetano fatti come quelli di Capodanno. Parlando a Duesseldorf delle sue preoccupazioni in vista del grande Carnevale della città renana, nota nel mondo per i suoi festeggiamenti in maschera, il politico ha aggiunto che «le donne devono potersi muovere» e ha puntato l’indice contro la polizia di Colonia, che ha dato una «immagine inaccettabile».

Indagini su 19 uomini: 10 richiedenti asilo, 9 clandestini

La parola d’ordine in Germania è rassicurare, ma spesso finisce per trasformarsi in “minimizzare”, e sono in pochi a usare termini espliciti come quelli di Jaeger, che ha ribadito senza infingimenti che le violenze sono state opera di stranieri, tra cui anche immigranti giunti in Germania lo scorso anno. Allo stato attuale sono 19 gli uomini sotto indagine: 10 sono richiedenti asilo, 9 sono clandestini. Quattro, posti in stato di fermo, sono accusati di furto, mentre non si conosce il reato contesto agli altri. Nessuno dei sospettati è di cittadinanza tedesca.

Un sondaggio sorprendente

Secondo un sondaggio, per la verità piuttosto sorprendente, i fatti di Colonia non avrebbero inciso sull’opinione che i tedeschi – e le tedesche – hanno degli stranieri. Secondo la rilevazione dell’istituto Forsa, il 60% dei tedeschi non sarebbe stato influenzato negativamente da quanto accaduto la notte di Capodanno, mentre solo il 37% avrebbe modificato in peggio la propria opinione sulla presenza degli stranieri nel Paese. Il 57%, però, ammettere di temere che l’aumento dei presunti profughi possa portare a una crescita della criminalità in Germania, mentre le donne, nel 59% dei casi, hanno risposto di sentirsi comunque «sicure» e nel 28% addirittura «molto sicure».

A Colonia scatta la “caccia allo straniero”

Eppure la cronaca racconta di un clima che, soprattutto a Colonia, potrebbe aver risentito eccome di quanto successo: l’altra sera sei pachistani sono stati attaccati nei pressi della stazione da un gruppo di una ventina di persone e, più tardi, sarebbe stato aggredito anche un siriano. La polizia ha parlato di «reati a sfondo xenofobo», facendo riferimento a un gruppo su Facebook, di cui aveva dato notizia anche la stampa locale. Il gruppo, composto per lo più da «hooligans, rocker e buttafuori», avrebbe lanciato una «caccia all’uomo nel centro storico di Colonia», come reazione alle violenze subite dalle donne a San Silvestro.