Colonia, la follia dell’imam: «Colpa delle donne che usano il profumo»

Le aggressioni sessuali di Colonia? Colpa delle donne, naturalmente. Parola di un imam della città tedesca, Sami Abu-Yusuf, che ha fornito la sua lettura dei fatti di Capodanno nel corso di un’intervista alla tv russa Ren Tv. Il video è presto rimbalzato in Germania, suscitando sdegno e preoccupazione.

L’inaccettabile “predica” dell’imam

Secondo Abu-Yusuf, le donne vittime degli stupri avrebbero provocato gli aggressori non solo con il loro abbigliamento, ma anche con i profumi che avevano indossato. «Uno dei motivi per cui gli uomini musulmani violentano o infastidiscono le donne è per come vanno vestite. Quando se ne vanno in giro mezze nude e profumate, accadono certe cose. È come buttare olio sul fuoco», sono state le parole dell’imam, riportate dalla Bild, che riferisce di come Abu-Yusuf predichi nella moschea Al Tahuid a Kalk, quartiere problematico di Colonia con la più alta densità criminale. Le sue parole, è stato il commento della Bild, «sono un pugno in faccia alle vittime della notte di Capodanno».

L’integralista che fa proseliti a Colonia

L’uomo è considerato un elemento ultra-conservatore vicino al movimento salafista e da anni sarebbe sotto osservazione dell’ufficio federale per la salvaguardia della costituzione del Nordreno-Vestfalia. Il deputato dei verdi Volker Beck, esperto di difesa dei diritti dell’uomo, ha annunciato di aver sporto denuncia contro l’imam per istigazione pubblica a commettere reato.