Clochard partorisce vicino piazza San Pietro. Il Papa la fa aiutare ma…

Una senzatetto romena di 35 anni ha partorito la scorsa notte in strada nei pressi di piazza San Pietro a Roma, aiutata da una poliziotta e da alcuni suoi colleghi, secondo quanto riferito dalla questura. È avvenuto dopo le due di notte, quando qualcuno ha segnalato alla polizia che una donna stava partorendo in piazza Pio XII, adiacente a piazza San Pietro. Sono intervenute pattuglie delle Volanti e dell’Ispettorato Vaticano, un’agente donna la quale ha aiutato la giovane romena a dare alla luce una bambina, mentre i colleghi dopo aver rimediato una coperta si sono disposti intorno per ripararla. Tutto è avvenuto prima dell’arrivo dell’ambulanza del 118, che ha portato la donna e la neonata all’ospedale Santo Spirito. L’elemosiniere del Papa, mons. Konrad Krajewski, ha visitato la giovane romena. Si è trattato, ha riferito padre Federico Lombardi, di una visita a una persona che l’elemosiniere conosceva e alla quale era stata offerta ospitalità diverse volte, senza che la signora la accettasse.

La bambina non avrà la cittadinanza vaticana

Dopo il parto, l’elemosiniere ha rinnovato alla puerpera, ricoverata presso il Santo Spirito, l’offerta di un anno di ospitalità, per lei e per la bimba, nella casa delle suore di Madre Teresa a Primavalle. «Dipenderà da lei vedere cosa desidera fare», ha detto padre Lombardi riferendosi alla giovane che ha partorito per strada. Mamma e figlia stanno bene, “preghiamo per loro”, la bimba, non essendo nata in piazza S.Pietro, “non è cittadina vaticana”, ha detto sorridendo il portavoce. La mamma che ha partorito per strada, ha riferito padre Federico Lombardi, “era ben nota nella zona e anche mons. Konrad la conosceva bene”, la signora aveva usufruito dei servizi per i clochard fatti istallare dal Papa e mons. Konrad Krajewski quando aveva saputo della gravidanza, varie volte le aveva offerto ospitalità presso le suore di madre Teresa, ma la signora “non aveva mai desiderato accettare”. Il parto, ha raccontato padre Lombardi, è avvenuto intorno alle due di notte, la mamma è stata assistita dagli uomini dell’Ispettorato di Ps presso la Santa Sede e poi portata al vicino ospedale S.Spirito, dove l’elemosiniere è stato a trovarla.

Oltre 50mila clochard nelle strade italiane

Sono oltre 50.700 le persone senza fissa dimora in Italia che oltre ai gravi problemi quotidiani sono costretti ad affrontare le drammatiche conseguenze del maltempo, con la temperatura che è scesa abbondantemente sotto lo zero. È quanto afferma la Coldiretti in riferimento alla senzatetto romena di 35 anni che ha partorito in strada nei pressi di piazza San Pietro a Roma. È nelle grandi città che si concentrano le maggiori difficoltà- sottolinea Coldiretti – Milano e Roma, da sole accolgono il 39,8% dei senza fissa dimora (23,7% a Milano e 15,2% a Roma), al terzo posto si trova Palermo con il 5,7%, seguita da Firenze (3,9%), Torino, (3,4%), Napoli (3,1%), e Bologna (2%). In questa situazione – precisa la Coldiretti – le strutture di accoglienza stanno lavorando a pieno regime per affrontare l’emergenza. Si tratta della punta dell’iceberg di una situazione di disagio che riguarda 6 milioni di persone povere, con quasi 1 italiano su 5 (18%) che non riesce a riscaldare adeguatamente l’abitazione, ma la percentuale sale al 31,4 per cento nel Mezzogiorno. Ma in Italia – conclude Coldiretti – è anche pari al 12,6 per cento la percentuale di individui in famiglie che, se lo volessero, non potrebbero permettersi un pasto proteico adeguato ogni due giorni.