Choc a Denver, rissa tra gang di motociclisti: un morto e moltissimi feriti

Panico e terrore a Denver: sembrava la scena di uno dei tanti film made in Usa, invece era tutto drammaticamente reale. Una violenta rissa tra gang di motociclisti è degenerata pericolosamente in un “tutti contro tutti” che ha lasciato sul pavimento un morto e molti feriti. E poteva andare anche molto peggio  per come le cose si erano messe. Blindato il pronto soccorso del centro medico Denver Health, dove il maggior numero di feriti è stato trasportato, e dove sono state chiuse e presidiate per diverse ore dalle forze dell’ordine tutte le vie d’accesso. E ancora adesso, a ridosso della fine di quell’interminabile momento di follia, la polizia resta a presidiare l’area…

Paura a Denver: rissa tra gang di motociclisti

Tutto è accaduto durante il Colorado MotorCycle Expo. Secondo le prime ricostruzioni, uno scontro fra gang rivali di motociclisti ha provocato una sparatoria e un accoltellamento. Il bilancio provvisorio è di almeno un morto e diversi feriti. Nove persone sono state trasportate negli ospedali dell’area per ricevere le adeguate cure, e come anticipato, il centro medico Denver Health, dove il maggior numero di feriti è stato trasportato, è stato inizialmente isolato per precauzione. E anche se al momento il divieto di entrata e uscita dal pronto soccorso sembra essere stato annullato, la polizia resta comunque a presidiare l’area. <<Siamo attrezzati per ricevere un tale numero di pazienti>> ha affermato il medico del pronto soccorso Denver Health in queste ore, sottolineando che nella struttura sono arrivati sette feriti, tutti in ambulanza.

Le cause della colossale rissa

L’incidente è avvenuto al Denver Coliseum e lo scontro sarebbe stato fra le gang rivali Mongols e Iron Orders. A quanto si è fin qui appreso, almeno due componenti di ognuna delle due gang sarebbero in condizioni critiche. L’incidentesi è verificato alle ore 12.48 locali, ha spiegato il portavoce della polizia di Denver Raquel Lopez. Sono stati sparati diversi colpi di arma da fuoco e almeno una persona è stata accoltellata. All’interno del grande complesso in molti non si sono neanche accorti degli spari. La polizia ha avviato le indagini, ma il quadro è ancora poco chiaro. Non si sa neanche, al momento, dove l’incidente sia iniziato all’interno dell’edificio. Nessun arresto è stato effettuato. L’allarme sembrerebbe rientrato: dopo aver disposto l’evacuazione del pubblico, le autorità avrebbero deciso che la manifestazione può continuare come da programma. Restano comunque chiuse alcune strade vicino alla struttura. E, soprattutto, resta la paura di una recidiva…