Cameron contro il burqua: «Da noi mai più donne col volto coperto»

Mettere al bando il velo integrale nelle istituzioni pubbliche britanniche, dalle scuole ai tribunali. La proposta ha il sostegno del premier David Cameron, il quale ha parlato della necessità di regole «adatte e ragionevoli» da applicare nei luoghi pubblici.

«Si devono poter vedere in faccia le persone»

Per Cameron la misura non dovrebbe essere calibrata sul velo, ma indirizzata a qualsiasi forma di travisamento perché un provvedimento ad hoc come adottato in Francia «non aiuterebbe». Le istituzioni, ha sottolineato il premier, devono poter «vedere in faccia» le persone. A riportare l’apertura di Cameron al divieto di velo integrale è stato il Daily Telegraph, ricordando che le dichiarazioni del premier arrivano in un momento in cui il governo conservatore è impegnato sul doppio fronte del contrasto al radicalismo islamico e del miglioramento dell’integrazione delle donne musulmane nella società.

Velo vietato anche agli insegnanti

Il tema è argomento di dibattito nella politica britannica e il ministro dell’Educazione Nicky Morgan ha spiegato che il divieto di velo dovrebbe essere esteso anche alle insegnanti. Una precisazione legata all’allarme lanciato dal capo del provveditorato britannico agli studi, Sir Michael Wilshaw, quando ha denunciato i problemi di comunicazione fra studenti e insegnanti riscontrati dagli ispettori e legati proprio all’uso del velo integrale. Un annuncio, quello del ministro Morgan, accompagnato dal lancio di un sito internet per «educare contro l’odio» e diffuso in un luogo diventato simbolo negativo della diffusione dell’estremismo islamico nelle scuole del Regno: la Bethnal Green Academy di Londra, frequentata dalle tre teenager che sono fuggite alla volta della Siria lo scorso febbraio.