Basta commessi umani: a Tokyo un negozio tutto gestito da robot (video)

I robot Pepper, gli umanoidi lanciati nel giugno scorso, gestiranno quasi da soli un negozio di telefonia del loro “papà”, il colosso delle telecomunicazioni Softbank. Stando a quanto riporta il giornale Japan Times, il negozio sarà aperto a Tokyo dal 28 marzo al 3 aprile e avrà come staff 5 o 6 Pepper. I robot daranno il benvenuto agli avventori, mostreranno loro gli smartphone e li aiuteranno nell’acquisto.

I robot sostituiscono i lavoratori

Un commesso in carne e ossa sarà comunque presente per verificare l’identità dei clienti prima della sottoscrizione di un contratto telefonico. La versione “business” di Pepper è già in uso in circa 500 compagnie in Giappone, tra cui Nestlé e la banca Muzuho. L’umanoide è infatti dotato di una serie di applicazioni che gli consentono, ad esempio, di stare alla reception di un hotel, oltre che di intrattenere i bimbi con canti e giochi educativi. Dunque, sembra materializzarsi fin da subito la “profezia” del World economic forum di Davos, secondo il quale nei prossimi quattro anni i robot sostituiranno cinque milioni di lavoratori.

Così Pepper reagisce alle emozioni umane

Softbank ha appena annunciato, inoltre, che lancerà un negozio di app per creare un ecosistema software dedicato al robottino, alto 121 centimetri e dalle sembianze umane. Peculiarità di Pepper è la capacità di capire le emozioni umane attraverso l’analisi di gesti e toni di voce. In futuro il robot, per cui in territorio nipponico è stato lanciato un negozio online di abbigliamento e accessori, sarà anche più intelligente, grazie a una partnership con Ibm relativa al software di intelligenza artificiale Watson con cui potrà acquisire più velocemente nuove conoscenze. Il robot, tuttavia, non ha ancora il passaporto. Al momento è venduto solo in Giappone, a un prezzo di 1.600 dollari, mentre la sua versione per le aziende può essere noleggiata. L’esordio internazionale è atteso nel corso di quest’anno.