Azione Nazionale, un flash-mob per chiedere le primarie a Roma

Un flash mob a Piazza di Spagna per rivendicare il diritto a scegliere il candidato sindaco di Roma per il centrodestra attraverso le primarie. Il movimento Azione Nazionale questa mattina ha srotolato due striscioni con su scritto “Primarie per il sindaco di Roma, basta palazzo” e “Basta invasioni e violenze contro le donne”. Insieme ai manifestanti, anche l’ex sindaco di Roma, Gianni Alemanno, che poco prima insieme al leader de La Destra, Francesco Storace, aveva firmato la petizione per le primarie al banchetto installato in Largo Goldoni. Azione Nazionale, oltre a lanciare la petizione popolare, ha inviato una lettera aperta a Silvio Berlusconi, Matteo Salvini e Giorgia Meloni, “per chiedere l’istituzione delle primarie per la scelta del candidato sindaco di Roma e avviare un grande laboratorio per il centrodestra”, hanno spiegato Gloria Pasquali, Brian Carelli e Giorgio Ciardi del direttivo romano di Azione Nazionale. “Il centrodestra ha il dovere di battere un colpo e rimettersi in discussione facendo scegliere ai propri elettori il futuro candidato sindaco”.

L’appello di Alemanno a Berlusconi, Meloni e Salvini

«Nel 1997 con Borghini, nel 2006 e 2013 con il sottoscritto il popolo de centrodestra non è andato a votare e ha regalato alla sinistra vittorie molto nette. Dobbiamo dare un segnale forte e le primarie servono a scegliere il candidato sfidando Marchini che ha lanciato un’opa civica sul centro destra», ha detto l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno partecipando alla raccolta firme per le primarie del centro destra organizzata da Azione Nazionale. «Berlusconi, Meloni e Salvini devono accettare la sfida del centrodestra e soprattutto Meloni e Salvini sempre favorevoli alle primarie non si capisce perche non scelgano Roma come laboratorio delle primarie del centrodestra», ha concluso.

Storace: «Dobbiamo dare un segnale netto ai cittadini»

«La petizione per le primarie del centrodestra è fondamentale: dall’altra parte c’è candidato e bisogna vedere se sarà una consultazione veritiera visto quello a cui ci hanno abituati», è stato il commento del leader de La Destra Francesco Storace partecipando all’iniziativa di raccolta firme organizzata da Azione Nazionale. «Dobbiamo dare un segnale netto e fare primarie per puntare a vincere una battaglia e ridare garanzie di sicurezza ai cittadini e rispetto dei diritti. Non vogliamo aspettare che si facciano vertici a palazzo Grazioli. Il 31 gennaio lanceremo una proposta del centrodestra e non bisogna sottovalutare la voglia di partecipazione», ha concluso.