Ancora paura a Parigi: evacuati sei licei per allarme bomba

Sei licei di Parigi sono stati evacuati dopo aver ricevuto telefonate anonime che sostenevano ci fossero delle bombe negli edifici. Lo riferisce il provveditorato, confermando notizie diffuse sui media locali. Negli istituti sono rapidamente entrate in azione squadre di sminatori della polizia, che stanno conducendo “accurate ricerche”. Al momento non sono stati trovati oggetti sospetti, ma le verifiche continuano e le forze dell’ordine affermano che l’allarme è “preso molto sul serio”. Tra gli istituti scolastici che hanno ricevuto telefonate anonime i licei “Henri IV”, “Louis Le Grand”, “Condorcet”, “Fénelon” e “Montaigne”, ha confermato il provveditorato di Parigi.

Allarmi bomba: “martedì nero” a Parigi

Tutti istituti si trovano nel 5 ° e 6 °arrondissement di Parigi, apprendiamo dal sito france.info. Gli studenti sono stati evacuati oppure concentrati in luoghi ritenuti sicuri, mentre gli artificieri stanno verificando se si sia trattato di un falso allarme. Al momento, comunque, non si hanno maggiori informazioni circa il ritrovamento di ordigni. Resta dunque alta l’allerta terrorismo in Francia: la scorsa settimana, intervenendo al Forum di Davos, il primo ministra Manuel Valls ha annunciato l’intenzione del governo di prorogare lo stato d’emergenza scattato in seguito agli attentati del 13 novembre. Valls, per l’esattezza, ha detto che lo stato d’emergenza sarà in vigore “per il tempo necessario” e comunque che “finché esiste una minaccia e non ci saremo liberati dello Stato Islamico saranno utilizzati tutti i mezzi”.

Un clima di paura avvolge di nuovo il cuore di Parigi, una città perlaltro già surriscaldata da tensioni interne. Già sui parla di un “martedì nero” in Francia, con scioperi in diversi settori dei trasporti, mobilitazione dei tassisti contro le auto NCC, astensione dal lavoro dei controllori di volo e molte scuole senza insegnanti. Incidenti sono stati segnalati alla Porte Maillot, fra Parigi e la Defense, dove i tassisti hanno bruciato pneumatici e ostacolano il passaggio delle auto. E’ intervenuta la polizia per lo sgombero utilizzando anche gas lacrimogeni. Situazione molto tesa all’aeroporto di Orly, dove i tassisti bloccano gli accessi. Uno di loro, che non scioperava, è stato aggredito e i passeggeri che aveva in auto sono stati costretti a proseguire a piedi. Un autobus navetta, poco prima, aveva forzato lo sbarramento dei manifestanti investendone uno, rimasto ferito a una gamba.