Alfano: «Referendum sulla legge Cirinnà? Va messo in conto»

«Un referendum abrogativo nel caso passasse la legge Cirinnà? L’ho messo in conto». Lo afferma, in un’intervista a Radio Capital, il Ministro dell’Interno Angelino Alfano. «Penso che a fronte di una così difficile decisione parlamentare, se davvero la legge fosse percepita come un punto di eccesso, in una direzione o nell’altra, potrebbe essere una scelta razionale affidarsi al popolo». «Ma – prosegue Alfano a Radio Capital – è un fatto di domani: per l’oggi c’è una partita parlamentare che può condurre a una direzione di buon senso, che non prevede l’equiparazione al matrimonio e l’apertura alle adozioni»”. Alfano tenta così  a recuperare in qualche modo  modo le posizioni perdute presso l’opinione pubblica cattolica e di centrodestra dopo le preplessità suscitate dal suo annuncio che non sarebbe andato al Family Day in porgramma per sabato prossimo a Roma.