Alfano: «La Boschi non si tocca: la sostengo io, è brava e competente»

Mancava solo la grande solidarietà e il grande sostegno alla “ministra” più contestata d’Italia. Maria Elena Boschi. Ora Angelino Alfano le ha dette tutte, il repertorio dovrebbe essere finito, si attendono solo le repliche (con la sala desolatamente vuota). Siamo davvero al paradosso: «Sostengo il ministro Boschi. – ha detto Alfano – Sostengo che il ministro Boschi è una persona competente, corretta che ha lavorato bene sulla riforma costituzionale e che non ci sia altro da aggiungere». Fiato alle trombe, il leader del Ncd ha rivelato questa verità sacra a “Fuori Onda”, parlando della vicenda Banca Etruria.

Alfano in difficoltà si aggrappa a tutto

«Le due questioni – ha aggiunto Alfano – non vanno confuse. Il governo non sta in piedi o cade per Carboni. Su queste vicende – ha detto – non cade il governo». Secondo notizie di stampa il faccendiere Flavio Carboni avrebbe incontrato più volte Pierluigi Boschi, vice presidente di Banca Etruria. «Tutta questa questione per cui una grande democrazia come l’Italia sia condizionata da quattro veri o finti massoni io non me la bevo», ha sbottato ancora Alfano, nella sua difesa ad oltranza della “ministra”. «Ho ascoltato la Boschi in aula e lei ha avuto parole chiare di fronte a Parlamento che assorbono anche le vicende che si sono verificate dopo», ha concluso.