Venezia è al primo posto per la mobilità sostenibile. Seguono Brescia e Torino

Va a Venezia il titolo di città più “eco-mobile” d’Italia: Venezia riconquista infatti il primo posto del podio per la mobilità sostenibile, seguita da Brescia e Torino, e vince non solo perché favorita dalla più estesa area pedonale e dal più basso indice di motorizzazione, ma anche grazie a un trasporto pubblico che funziona, a un buon servizio di bike sharing e al miglior car sharing sia per offerta sia per numero di corse mensili per ogni auto disponibile.

Non solo Venezia, nella top ten c’è anche Cagliari

La graduatoria delle città alla ricerca di una mobilità più sostenibile è contenuta nel nono Rapporto “Mobilità sostenibile in Italia: indagine sulle principali 50 città”, elaborato da Euromobility con il Patrocinio del Ministero dell’Ambiente. Al quarto posto si colloca Parma, seguita da Milano. Roma è al diciassettesimo posto. Per la prima volta una città del Sud, Cagliari, conquista una posizione nella “top ten”. Le più “insostenibili” per la mobilità sono, invece, Reggio Calabria, Potenza e L’Aquila. Il Rapporto sottolinea come dunque, su questo fronte, l’Italia sia ancora ”a due velocità”, con il Sud che “arranca” e fa fatica a tenere il passo dell’innovazione.