Trionfo delle Le Pen, sopra il 40%. Front National al 30. Solo terza la sinistra

Il primo turno delle elezioni regionali francesi ha visto la vittoria dell’estrema destra davanti alla coalizione di centrodestra. I sondaggi Ipsos proiettano come primi dati su base nazionale il Front National dal 27, 2 al 30,8 per cento, i Républicains – cioè le liste dell’ex presidente Nicolas Sarkozy di destra e centro unite – tra il 27% e il 27,5% e i socialisti dell’attuale presidente François Hollande tra il 23 e il 23,6%. I verdi sarebbero intorno al 6,6% e le liste di estrema sinistra intorno al 4%. Il Front National risulta in testa in almeno sei regioni su tredici: in particolare nella regione Nord-Pas-de-Calais-Picardia Marine Le Pen avrebbe ottenuto il 42,1%; Marion Maréchal Le Pen, candidata in Provenza-Alpi-Costa Azzurra, otterrebbe invece il 41,2%—; avanti anche lo stratega del partito, Florian Philippot, candidato in Alsazia-Champagne-Ardenne-Lorena, al 39,6%. I socialisti sarebbero in vantaggio in Aquitania e Bretagna; la destra di Sarkozy in Normandia, Paesi della Loira, e Alvergna-Rodano-Alpi; in Corsica – dove l’affluenza è stata altissima – si registrerebbe un sostanziale pareggio tra la sinistra e una lista regionale.

Sarkozy: «Francesi esasperati, il paese indietreggia»

Il primo a prendere la parola è stato Nicolas Sarkozy, che ha commentato il deludente risultato elettorale dei Républicains: secondo l’ex presidente il voto, un «verdetto netto», dimostra che i francesi sono «esasperati», che la Francia ha troppo «indietreggiato e lo ha fatto soprattutto in questi ultimi quattro anni. E chiedono che non arretri più». In ogni caso ha escluso alcuna alleanza (con la sinistra per contrastare l’ultradestra), o ritiro dai ballottaggi, in vista del secondo turno in programma domenica prossima: «Né fusione» con i socialisti, «né ritiro, i Républicains rappresentano l’unica alternativa possibile» nelle regioni che potrebbero altrimenti passare al Front National», riporta “Il Corriere della Sera”. .

Le Pen: Marine: «Primo partito». Marion ringrazia sui social network

Marine Le Pen non ha avuto dubbi: « Il popolo si è espresso e la Francia ha sollevato la testa», sottolineando come ormai il suo Front National, «l’unico fronte veramente repubblicano», sia «il primo partito di Francia, un risultato magnifico». E ha poi utilizzato il celebre «Libertà, uguaglianza, fraternità» per aggiungere un «laicità». La 25enne Marion Maréchal Le Pen ha invece twittato un «Merci» entusiasta.

Il portavoce del governo: la sinistra resta la prima forza

Il portavoce del governo francese, Stephane Le Foll, ha invece affermato che la somma dei voti della sinistra è maggioritaria, nonostante il Partito socialista risulti solo la terza forza politica. «Il totale della sinistra, della quale si dice sia in difficoltà, deve superare il 36%, il che ne fa la prima forza di Francia», ha spiegato a Tf1. Le Foll ha quindi fatto appello all’«unità della sinistra» per il secondo turno.