Sondaggio Euromedia: lista unica di centrodestra batte il Pd. M5S terzo

Una lista unica di centrodestra sarebbe oggi il primo partito in Italia. E’ quanto emerge da un sondaggio di Euromedia Research pubblicato dal quotidiano on line Affaritaliani.it   che così commenta: “Il 2015 non si chiude nel migliore dei modi per Matteo Renzi. Anzi, il suo Partito Democratico – secondo l’ultimo sondaggio Euromedia Research- cede un altro 0,3% e cala al 30,2″. Una flessione costante nelle ultime settimane e legata, probabilmente, allo scandalo delle banche. Il Movimento 5 Stelle torna a crescere e raggiunge il 27,5% (+0,3). Ma rimane terzo e, in caso di ballottaggio sulla base dell’Italicum, sarebbe fuori dai giochi. Ma vediamo, in dettaglio, il risultato del sondagiio in rapporto alle singole liste.  In leggera salita  la Lega Nord al 16,1% (+0,1). Forza Italia (-0,1) scende sotto la soglia del 12% (11,9). Fratelli d’Italia-An si conferma molto tonica, sale dello 0,1 e raggiunge il 4,9%. Area Popolare-Ncd-Udc vale l’1,6% (+0,1). Sinistra Italiana, nel suo complesso, si attesta al 5,7% in calo dello 0,2.

In base a questo sondaggio, l’ultimo prima della fine di quest’anno, un listone di centrodestra (Lega-Forza Italia-Fdi) sarebbe appunto il primo partito con il 32,9% superando il Pd (30,2%) anche se fosse alleato con i centristi di Area Popolare (31,8%). Il M5S, stando a questi numeri, nonostante un’ottima performance e una costante crescita, sarebbe escluso dal secondo turno di ballottaggio.

Non fa bene al dunque  al Pd la crisi delle 4 banche protagoniste del cosiddetto decreto Salva Banche, con il suo retaggio di polemiche e accuse al governo, soprattutto nella persona del ministro Boschi. Il partito di Renzi è crollato in una settimana dell’1,5 secondo quanto risulta da un sondaggio, sempre di Euromedia, pubblicato da Termometropolitico.it.