Sondaggi, gli italiani non rinunciano al presepe: “È il vero simbolo della festa”

Negato, bistrattato, considerato da alcuni come un simbolo che divide e può offendere, il presepe resta per gli italiani il simbolo principale del Natale e della sua spiritualità. A rivelarlo – ma forse sarebbe il caso di dire “a confermarlo” – è un sondaggio Doxa, da cui emerge che per il 55% degli intervistati la rappresentazione della natività incarna il vero significato della festa.

Il cuore delle feste? La messa di mezzanotte

Gli altri simboli della festa restano di gran lunga indietro, tanto che l’albero si ferma al 21%. Inoltre, per ben il 35% degli italiani il momento più significativo del periodo è la messa di mezzanotte. Di contro, dal sondaggio, commissionato dall’evento “Il Magico Paese di Natale”, che si svolge ogni weekend fino al 6 gennaio al Castello di Govone (Cn), meno di 3 italiani su 10 (il 27%) pensano che ormai il Natale abbia un significato prettamente commerciale e in molti per gli acquisti e i regali preferiscono ormai affidarsi ai mercatini tipici piuttosto che al circuito del grande shopping. Tanto che per l’8% degli intervistati i mercatini rientrano a buon titolo tra i simboli propri del Natale.

Non togliete il presepe agli italiani

Quanto al significato della festa, che il 69% degli italiani considera “magica”, poi, per il 52% si tratta della ricorrenza per eccellenza in cui celebrare la famiglia, mentre per il 15% è una parentesi di serenità nel difficile contesto odierno dominato dall’ incertezza. Il sondaggio, dunque, conferma che esiste un legame profondo degli italiani non solo con il Natale, ma anche con i suoi simboli, presepe in testa. Un elemento che dovrebbe far riflettere tutti quelli che, nell’ambito delle polemiche intorno al “Natale di Rozzano”, hanno voluto bollare le proteste per le festività negate come manifestazioni di “identitari d’accatto”, che “non sanno di cosa parlano” e che sollevano “polveroni strumentali”.