Perugia: donna uccisa a coltellate in casa. Sospetti sul figlio ventenne

Misteriosa morte di una donna 55enne in provincia di Perugia: la donna, Anna Maria Cenciarini, è stata trovata morta nella sua abitazione in località Belvedere di Città di Castello con diverse ferite da taglio sul corpo. Sono intervenuti i carabinieri che al momento non escludono alcuna ipotesi. Presso l’abitazione si è recato anche il magistrato di turno. Suicidio (poco probabile) o omicidio maturato in ambito familiare, si pensa: per gli investigatori non c’è al momento una pista privilegiata. «Attendiamo gli esiti degli accertamenti in corso e di sentire diverse persone», si è limitato a dire il comandante provinciale dell’Arma, colonnello Cosimo Fiore, ai giornalisti. In casa con la donna c’era solo il figlio minore, di 21 anni. La vittima, una casalinga, è stata trovata in cucina, con addosso il pigiama.

La donna è stata uccisa con una decina di coltellate

Secondo gli elementi raccolti finora dagli investigatori è stata raggiunta da diverse pugnalate tra addome e collo, almeno una decina. Il figlio – in base a quanto ha riferito ai militari – che era in camera sua ha sentito urlare la madre. Quindi, dopo averla trovata, ha avvertito il padre, che si trovava al lavoro, che a sua volta ha dato l’allarme ai carabinieri. In base agli accertamenti condotti finora le ferite sono state inferte con un coltello da cucina trovato accanto alla vittima. E non c’era nessun segno di effrazione sul casolare. Quando la donna è morta il marito ed uno dei due figli non si trovavano in casa. L’altro figlio, 28enne, non vive con loro. Il figlio minore è in queste or interrogato dagli inquirenti, che hanno anche sequestrato alcuni indumenti.