Natale, contro le polemiche arriva il concorso “Un selfie col presepe”

Il presepe? Basta divisioni, deve essere un’occasione per sorridere. E, dunque, via libera ai selfie con la Natività e anche a un bel concorso per premiare il più riuscito. A lanciare l’idea è stato un prete di Genova, quel don Roberto Fiscer che, oltre a essere vice parroco della chiesa di San Martino, è anche fondatore e dj della radio cristiana “Radio tra le note”.

«Per tornare a sorridere vicino al presepe»

L’iniziativa, ha spiegato il prete, vuole essere un’occasione per «tornare a sorridere in una foto scattata vicino al presepe», dopo che la rappresentazione della Sacra famiglia è stata «motivo di contesa», rischiando «di far perdere il sorriso a tante persone». «L’idea è nata dopo le recenti polemiche sul presepe. Per me il presepe è motivo di gioia e ci è piaciuta l’idea di collegare il sorriso di un selfie con la gioia della rappresentazione della Natività», ha spiegato ancora don Roberto, chiarendo di rivolgersi prima di tutto ai bambini: dalle classi di catechismo, ai gruppi parrocchiali e alle maestre che insegnano nelle scuole cattoliche o in altre scuole dove comunque non si è ancora persa la tradizione di fare il presepe e l’albero di Natale. «Il Natale porta un sorriso anche per chi non è cristiano, per questo – ha concluso il vice parroco – non mi piace che il presepe sia motivo di contesa. Ogni tradizione che porta un messaggio positivo, deve diventare motivo di sorriso e non deve essere attaccata».