Marino ora fa l’anti-Renzi: «Il Pd ha fatto il regalo di Natale all’illegalità»

La vendetta è un piatto che si serve freddo. E Ignazio Marino ha iniziato a vendicarsi, da ex (pessimo ) sindaco diventa un pistolero. Contro il Pd di Renzi e contro il governo di Renzi. Sì, perché è proprio Renzi il suo nemico giurato. Pesanti le sue parole, scritte in un post su Facebook: «La decisione della maggioranza di governo di inserire nella Legge di Stabilità un emendamento che favorisce di fatto l’illegalità a Ostia mi lascia molto preoccupato. Sospendere fino al 30 settembre 2016 le revoche delle concessioni agli stabilimenti balneari illegali è un segnale sbagliatissimo, un regalo di Natale ingiustificato a chi vive e prospera nell’illegalità, alle spalle dei cittadini».

Marino: «Deluso dal vedere che proprio il Pd…»

«Con la mia amministrazione – spiega Marino – sostenuta in quel caso anche dal Pd romano, avevamo intrapreso con successo una dura e coraggiosa battaglia contro gli abusi che avevano sottratto la spiaggia ai romani e fatto di Ostia una terra senza legge. È per questo che sono particolarmente deluso nel vedere che fra i sostenitori di questo atto scellerato ci siano proprio i parlamentari del Partito democratico. Atti del genere, oltre ad essere sbagliati, mandano un segnale devastante per un territorio che ha un disperato bisogno di essere bonificato. Un segnale che annichilisce chiunque trovi il coraggio di combattere l’illegalità – conclude Marino – e trasmette il messaggio, che rischia di diventare una certezza, che con questi politici le cose non cambieranno mai». Molti i commenti su facebook. Uno tra i tanti: «Caro sindaco Marino, ora ti accorgi che il tuo (ex) partito sta devastando il paese?».