Ischemia al cuore per Vittorio Sgarbi: operato, è in buone condizioni

Paura per Vittorio Sgarbi, ricoverato d’urgenza e operato la scorsa notte nel Policlinico di Modena dopo aver accusato un malore mentre era in viaggio in auto da Brescia verso Roma. Il critico d’arte ha avuto un’ischemia del cuore, che è stata risolta con un intervento di angioplastica. Lo ha riferito il direttore del reparto di Cardiologia del Policlinico di Modena, prof. Giuseppe Boriani, nel bollettino medico diffuso dopo l’intervento. «Il paziente è attualmente in buone condizioni – ha precisato Boriani – e dovrà rimanere a riposo alcuni giorni presso la Cardiologia per la convalescenza». Vittorio Sgarbi, riferisce il bollettino medico del Policlinico, si è presentato al pronto soccorso la scorsa notte alle 3.58, accompagnato dall’autista, lamentando un dolore al petto. Il critico d’arte, che ha 63 anni, è stato trattato nel reparto di Cardiologia per un’ischemia del cuore, risolta con angioplastica nel Laboratorio di Emodinamica. «La situazione è stata affrontata prontamente e nel migliore dei modi, giungendo a risoluzione», ha sottolineato il professor Boriani, che ha voluto ringraziare il lavoro di tutta l’equipe della Cardiologia che si è presa cura del professor Sgarbi. In particolare vorrei ricordare il dottor Carlo Cappello, il prof. Rosario Rossi e il dottor Fabio Sgura, unitamente al personale infermieristico e tecnico”. Sgarbi avrebbe avuto proprio oggi alcuni appuntamenti in Emilia-Romagna. Al mattino avrebbe dovuto aprire a Ravenna, alla Casa Matha, un convegno sui mosaici dell’“Albero della vita”, a conclusione dell’esposizione che lui stesso ha curato all’Expo di Milano. Nel pomeriggio, alla libreria Ibs di Ferrara, era atteso per la presentazione del volume “Dal cielo alla terra. Da Michelangelo a Caravaggio. Vol.3”, edito da Bompiani.

La solidarietà a Sgarbi su Facebook

Sono migliaia i messaggi di sostegno e di auguri a Vittorio Sgarbi comparsi in breve tempo sulla sua pagina Facebook, dopo la pubblicazione del post con la notizia del malore e dell’operazione d’urgenza al Policlinico di Modena. In un paio d’ore il post ha raccolto più di 15.000 “mi piace”, 3.500 commenti e oltre un migliaio di condivisioni.