I volti, i perché e gli eventi più “cliccati” nella hit stilata da Google

Google riavvolge il nastro: e in linea con il rituale non scritto che nello scorcio dell’anno che volge al termine, ripercorre puntualmente le orme di quanto accaduto di eclatante, magnifico o terribile che sia stato, anche stavolta la memoria informatica cataloga online quanto ha segnato la storia di questi dodici mesi appena trascorsi. E allora, dall’addio a Pino Daniele che ha siglato nel dolore l’inizio del 2015, fino agli attentati di Parigi del 13 novembre scorso che hanno chiuso la stagione nel segno del sangue e della morte stragista, ancora una volta i fatti, le parole, i volti, i perché di questi ultimi 12 mesi sono condensati in un click, in cima alle ricerche online degli italiani.

Google, i nomi più gettonati

Di più: Google, il più popolare motore di ricerca, ha stilato la lista dei termini emergenti, cioè non le parole o i volti più cliccati in termini assoluti, ma quelli che hanno fatto registrare il maggiore incremento nelle ricerche rispetto all’anno passato. Pino Daniele è protagonista assoluto: per google, è primo sia nella categoria delle parole emergenti, sia in quella dei personaggi. Nella classifica delle parole emergenti in Rete è seguito da due programmi tv (il Grande Fratello e l’Isola dei Famosi), e c’è anche Parigi entrata in lista dopo gli attentati delle scorse settimane. Seguono Sanremo 2015 e uno dei film più chiacchierati dell’anno 50 Sfumature di Grigio, uscito a febbraio scorso. Settima posizione per Miss Italia seguita dall’Expo (manifestazione che invece è stata al top delle ricerche su Facebook e Yahoo!). Chiudono Charlie Hebdo e Valentino Rossi. Nella classifica dei personaggi emergenti, per Google dopo Pino Daniele c’è Valentino Rossi seguito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella (ha giurato al Quirinale il 3 febbraio 2015). In quarta e quinta posizione troviamo due volti del mondo dello spettacolo e del giornalismo che sono scomparsi nei mesi scorsi: Laura Antonelli e Maria Grazia Capulli.

Google e i perché più frequenti in Rete

Tra i perché più frequenti circolati in rete nel nostro paese negli ultimi mesi spiccano quelli di attualità come “il patto del Nazareno”, “la Grecia in crisi” e le “dimissioni di Marino”. Mentre nella classifica dei “Cosa significa emergenti”, al primo e secondo posto ci sono gender (che ha generato un dibattito in rete legato a scuola e famiglia) seguito da transgender, Isis e Je suis Charlie. L’Expo ricompare nella lista dei “biglietti” cercati dalla rete, mentre sorprende piacevolmente la classifica delle mete di vacanza. Sarà forse l’effetto attentati o minori disponibilità economiche, si nota una prevalenza dell’Italia sull’estero con al primo posto Follonica, in Toscana (ma ci sono anche Ponza e Palinuro). Tra le frivolezze della rete, spunta la marmellata di fichi tra le ricette emergenti e tra i “come fare”, c’è chi ha chiesto a Google informazioni sulle chiamate con WhatsApp e anche chi si è affidato al motore di ricerca per capire come far innamorare un uomo.