Gli italiani primi al mondo nell’uso dei social e ostaggio degli smartphone

Gli italiani sono i più assidui frequentatori dei social network. Il rapporto Ofcom (l’Autorità inglese per le tlc), che prende in esame nove Paesi tra i più industrializzati, pone l’Italia in testa con il 78% degli utilizzatori che accedono almeno una volta a settimana. Subito dietro di noi gli spagnoli (76%). Sotto al 70% tutti gli altri (Regno Unito, Francia, Germania, Stati Uniti, Australia, Svezia e, fanalino di coda, il Giappone).

Social, gli italiani sono ostaggio dello smartphone

Ma c’è di più.  Secondo la corposa ricerca di Ofcom, gli italiani sono ostaggio dello smartphone: controllano il telefonino entro 22 minuti dal risveglio e fino a 30 minuti prima di andare a dormire. Più “compulsivi” di noi sono solo i giapponesi, che condividono i 30 minuti della sera ma di mattina buttano un occhio allo schermo già entro 20 minuti dal risveglio. Molto più “lenti” gli altri, in particolare i francesi, che impiegano 54 minuti al mattino e 56 minuti la sera.

Il commercio elettronico non decolla

Dall’indagine emerge anche che il commercio elettronico in Italia non decolla. Stando all’ultimo rapporto dell’Ofcom, l’Autorità inglese per le tlc, la spesa pro-capite su Internet nel 2014 si è fermata a 175 sterline (242 euro), lontana anni luce dalle 1.591 sterline del Regno Unito, che è prima in classifica davanti a Stati Uniti (918), Svezia (746) e Francia (714). Sotto le 200 sterline annue figurano, tra i 14 Paesi presi in esame, solo Italia, Polonia e Russia.