Giubileo, la Porta Santa di Piacenza aperta e richiusa: fa troppo freddo

A volte anche un evento sacro si presta a comicità involontaria. Accade a Piacenza. La Porta Santa del Duomo, dopo l’apertura in pompa magna da parte del vescovo Gianni Ambrosio, è stata chiusa. Perchè entrerebbe troppo freddo in Cattedrale. Il portone centrale, dunque, chiamato la Porta della Misericordia e aperto domenica 13 dicembre, giorno di Santa Lucia, in occasione dell’inizio dell’anno giubilare, rimarrà sbarrato per motivi pratici mentre le stesse “funzioni” verranno assolte dalla porta alla destra del varco centrale. Parliamo del dono dell’indulgenza che i fedeli, proprio in occasione dell’Anno santo della Misericordia, potranno chiedere passando attraverso la porta latrale in questione; che dunque viene “promossa” e diventa Porta Santa. In una nota stampa, la Diocesi ricorda ai fedeli cosa si deve fare per ottenere l’indulgenza: “Accostarsi con cuore contrito al sacramento della Penitenza. Recarsi in pellegrinaggio in una delle grandi Basiliche giubilari, a Roma, in Terra Santa e nelle Chiese designate in ogni Diocesi. Nel visitare queste Chiese si deve partecipare alla Messa, oppure ad un’altra preghiera: Lodi, Vespri, Via Crucis, Rosario, Adorazione o preghiera personale concluse col “Padre nostro”, la Professione di fede, la Preghiera a Maria. La preghiera va recitata secondo le intenzioni del Papa, a testimonianza di comunione con tutta la Chiesa. Impegnarsi in opere di carità e penitenza che esprimano la conversione del cuore”.