Germania, sì all’intervento in Siria. La Francia ordina nuove armi

Il Bundestag tedesco ha approvato ad ampia maggioranza l’intervento militare in Siria contro l’Isis. Sui 598 presenti hanno votato a favore 445 deputati, mentre 146 sono stati i voti contrari e sette gli astenuti. L’intervento prevede l’impegno di circa 1.200 militari tedeschi, fino a sei tornado di ricognizione, satelliti, una nave da guerra e un aereo da rifornimento in volo. Per il ministro degli Esteri tedesco Frank-Walter Steinmeier tuttavia la lotta al terrorismo e la crisi siriana non si possono affrontare esclusivamente con mezzi militari, ma è indispensabile una soluzione politica.

Siria, la Francia ordina bombe teleguidate

La Francia ha intanto ordinato stock urgenti di munizioni per attaccare l’Isis in Iraq e in Siria. In particolare, secondo quanto si apprende da fonti della Difesa, Parigi ha ordinato alcune centinaia di bombe teleguidate. Dallo scorso settembre, l’aviazione francese ha sganciato nella regione non meno di 680 bombe.

A Parigi manifesti con le istruzioni in caso di attacco terroristico

A Parigi hanno inoltre fatto la loro comparsa manifesti contenenti le istruzioni per chi si trovasse coinvolto in un attentato:  “scappare”, “nascondersi”, “dare l’allarme”, questi alcuni dei consigli del governo. I manifesi saranno affissi nei luoghi pubblici, negli stadi, nelle sale da spettacolo, nelle stazioni e negli aeroporti. Fra i consigli del governo per ottimizzare le possibilità di salvare se stesso e mettere in sicurezza gli altri, quello di fuggire dal luogo dell’attacco. Se non ci si riesce, meglio togliere la suoneria dei cellulari e tentare di nascondersi. Se ci si trova all’interno, la raccomandazione è spegnere le luci e tentare di barricarsi quanto più possibile.