FI, tra Romani e Brunetta torna il sereno: «Siamo un grande partito»

Forza Italia  è “un grande partito”. Dopo le polemiche interne sorte nei giorni scorsi sulla mozione di sfiducia contro il ministro Boschi, il clima all’interno di Forza Italia si rasserena. In una nota congiunta i capigruppo Paolo Romani e Renato Brunetta invitano a mettersi «subito al lavoro, tutti insieme».

FI, la nota congiunta di Romani e Brunetta

«Forza Italia – si legge nella nota congiunta  dei capigruppo alla Camera e ala Senato – è un grande partito che ha riunito assieme attorno ad un unico progetto per il Paese culture, esperienze e sensibilità diverse: tutto ciò fa parte della nostra storia e della nostra identità. La natura composita di Forza Italia ne ha sempre garantito, grazie alla straordinaria sintesi del nostro leader Silvio Berlusconi, la ricchezza e la completezza dell’offerta politica. L’avvento nel panorama politico dei cosiddetti partiti di protesta, e non di costruzione, ha messo in crisi il sistema bipolare in molte nazioni europee: il voto in Spagna è solo l’ultimo esempio in ordine temporale». I due capigruppo sottolineano come «questa, sia una vera e propria sfida ai partiti costruttivi e propositivi, a cui FI non può presentarsi divisa al suo interno da inutili polemiche portate alla ribalta sulle prime pagine dei giornali, a vantaggio dei nostri avversari politici».

«Mettiamoci a lavoro tutti insieme»

Scrivono ancora: «Un partito come il nostro, con una storia, con l’esperienza delle cose fatte, con le competenze di una classe dirigente cresciuta negli anni e composta dai parlamentari, dagli amministratori locali, dagli uomini di partito, e con al suo interno le capacità per progettare e realizzare un futuro migliore per il nostro Paese, è la sola forza politica in grado di rilanciare l’alternativa di centrodestra, dando consistenza di valori e programmi liberali e riformatori, in netta opposizione al governo di sinistra di Renzi! È un percorso entusiasmante e positivo, certo: e allora, mettiamoci subito al lavoro, tutti insieme».