Comunali a Roma, asse Storace-Azione Nazionale per le primarie

Celebrare le primarie per scegliere il candidato al Campidoglio. Lo chiede Francesco Storace in una lettera aperta ai partiti del centrodestra e, in particolare, ai membri del coordinamento creato per valutare le candidature alle amministrative: Giorgetti per la Lega, Matteoli per Forza Italia, La Russa per FdI. Una proposta che ha trovato l’appoggio di Azione Nazionale: «Interessante e operativa», l’ha definita Roberto Menia.

Storace chiede le primarie e spiega: «Io pronto a partecipare»

Nella sua lettera Storace esorta «le forze politiche che vorrebbero mettere in campo una proposta alternativa alla sinistra e ai grillini» a «dotarsi di regole chiare, in tempi celeri» e rivendica un ruolo di interlocutore per La Destra, spiegando di essere pronto «a sottoporre al consenso dei cittadini anche la mia candidatura», ma «senza ovviamente trascurare alcuna altra opzione, con programmi chiari, sulla quale far eventualmente convergere elettori ed elettrici che a me e al mio movimento politico fanno riferimento e che si ritroveranno in una lista elettorale».

Azione Nazionale: «Proposta Storace interessante e operativa»

«Interessante e operativa la proposta di Francesco Storace», è stato il commento di Roberto Menia di Azione Nazionale, per il quale «attendere stancamente che qualcuno dei nomi proposti in “conclave” sciolga le riserve non è la strategia per tornare a far decidere cittadini ed elettori. Lo strumento delle primarie è decisivo per dare spazio e concretezza alle reali esigenze del territorio, per evitare la solita ridda di nomi, spesso avulsi dalla città e proposti al solo scopo di avere qualche titolo sui media». «Ci auguriamo – ha concluso Menia – che sia una scelta da applicare a tutte le città coinvolte nel rinnovo dei consigli comunali come buona prassi».