CasaPound scende in piazza per contestare Alfano: «Non ti vogliamo»

Per il leader dell’Ncd tempi durissimi, non solo perché il suo partito si sta sbriciolando e in molti l’hanno abbandonato, preferendo andarsene per non finire in ginocchio da Renzi. Sul web è uno dei politici più bersagliati e ora iniziano anche le contestazioni in piazza. «Alfano non lo vogliamo»: questo lo slogan di CasaPound che annuncia una forte protesta alla visita del ministro degli Interni che sabato 5 novembre si troverà a Montecatini Terme per un convegno.

La protesta di Casapound e le parole di fuoco contro Alfano

«Alfano è senza dubbio uno dei peggiori ministri della storia politica della nostra nazione – attacca CasaPound in un comunicato stampa – Grazie a lui stiamo subendo una vera e propria invasione di immigrati clandestini, le nostre città sono sempre più insicure e siamo giunti al paradosso di mantenere in albergo migliaia di finti profughi. Sabato saremo presenti in piazza del Popolo dalle ore 10 con un presidio ed invitiamo il ministro Alfano a farsi un giro per le zone degradate di Montecatini, dove a giorni alterni si verificano risse tra etnie di stranieri, per rendersi conto della realtà che deve affrontare chi vive nei quartieri e non nei palazzi come lui ed i suoi colleghi parlamentari». Un malumore che si è da tempo allargato a macchia d’olio perché in ogni città e in ogni quartiere la tensione si è alzata e nessuno ha posto rimedio alle contraddizioni generate dal flusso incontrollato di migranti.