Cosenza, bimba di sei anni muore per le esalazioni di una stufa

Una bambina di sei anni è stata trovata morta in casa a Buonvicino (Cosenza). La bimba era nell’abitazione assieme alla madre che è stata portata in ospedale. Sul posto sono giunti i carabinieri chiamati da un parente che era andato a prendere la bambina. L’ipotesi è che a provocare la tragedia siano state le esalazioni di una stufa. La madre, che ha 36 anni, è stata trasportata in elisoccorso nell’ospedale di Cosenza dove si trova in prognosi riservata. Sul posto sono intervenuti i carabinieri che hanno avviato i primi accertamenti e i vigili del fuoco che hanno controllato l’impianto di riscaldamento dell’abitazione.

Non ci sono dati ufficiali sul numero di vittime che il monossido di carbonio miete in Italia ogni anno, tuttavia si tratta di centinaia di morti e di migliaia di persone ricoverate in ospedale per intossicazione. S’impone dunque un’accurata manutenzione degli apparecchi a combustione e un’adeguata areazione dei locali.