Beppe Sala dice di sì a Renzi e scende in campo per le comunali di Milano

Incontro riservato tra Matteo Renzi, Beppe Sala e Maurizio Martina oggi a Milano prima dell’appuntamento alla Scala. A quanto si apprende da ambienti milanesi – si legge su “Il Giornale” – il commissario di Expo avrebbe ribadito la propria disponibilità a mettersi al servizio della città, sostenendo che le primarie cittadine possono essere un’occasione importante. A patto, però, sottolineano gli stessi ambienti, che rappresentino una vera chance di condivisione degli impegni per la città e non vengano utilizzate, invece, strumentalmente a livello nazionale per partite che nulla c’entrano con l’interesse di Milano e dei milanesi.

Sala incontra Renzi e si dice disponibile a candidarsi a Sindaco di Milano

Il ministro per le Politiche Agricole Maurizio Martina si schiera con Beppe Sala per quanto riguarda una possibile sua candidatura a sindaco di Milano per il centrosinistra. “La candidatura di Beppe Sala – ha dichiarato Martina – certamente può unire la città e i milanesi che la vivono tutti i giorni. La sua possibile disponibilità è senza dubbio una grande occasione per il Pd e il centrosinistra”.

La sfida sarà tra Beppe Sala, candidato di Renzi e la Balzani, vice di Pisapia

“Sto pensando di candidarmi non contro Sala ma per dare forse una proposta in più a tutti quei milanesi che non voterebbero né Sala né Majorino. Scioglierò la riserva a breve, ci sto pensando con attenzione”. Così Francesca Balzani, vicesindaco di Milano a Otto e mezzo su La7, che nelle ultime settimane non aveva risparmiato frecciatine e battutine all’indirizzo di Beppe Sala. “Non credo che Renzi preferisca Sala a me. Le primarie saranno vere, il candidato lo sceglieranno i milanesi”. “Se dovessi perdere le primarie? Mi comporterò come ho sempre fatto: con il massimo della lealtà”. L’altro candidato alle primarie milanesi del Pd è Pierfrancesco Majorino, anche lui assessore di Pisapia e il più a sinistra dei contendenti in gara.